Riassetto Istituzionale e Partecipazione

Bando #Pugliapartecipa

All'interno delle attività previste dal Programma sulla Partecipazione regionale è stato pubblicato l' "Avviso pubblico per la selezione delle proposte di processi partecipativi da ammettere a sostegno regionale nell'ambito del Programma annuale della partecipazione della Regione Puglia".

L’avviso #Pugliapartecipa prevede due scadenze annuali per la presentazione delle domande 31 gennaio 2018 e 31 maggio 2019 e possono presentare proposte amministrazioni ed enti locali, organizzazioni del terzo settore, associazioni e comitati di cittadini; istituti scolastici, università ed enti di ricerca, associazioni facenti parte del CNEL, sindacati e partiti politici.

Il finanziamento massimo regionale per singola proposta ammesso è pari a 20.000,00 euro, con obbligo di cofinanziamento dei proponenti del 20% e contributo regionale non superiore all'80% del costo complessivo della proposta.

Le finalità generali perseguite sono:

  • integrare il Programma annuale della partecipazione ai sensi della legge regionale n. 28 del 13 luglio 2017;
  • promuovere la partecipazione come forma ordinaria di amministrazione e di governo della Regione in tutti i settori e a tutti i livelli amministrativi;
  • garantire la partecipazione alla programmazione strategica della Regione Puglia, quale strumento fondamentale di indirizzo e di orientamento delle politiche pubbliche regionali;
  • promuovere attività formativa sui temi della partecipazione, legalità, Costituzione italiana, ordinamento e politiche dell'Unione europea;
  • garantire la partecipazione per lo svolgimento di attività di interesse generale e di cura dei beni comuni;
  • promuovere una cultura della responsabilità sociale condivisa in ogni ambito;
  • creare maggiore inclusione e coesione sociali, superando i divari territoriali, digitali, culturali, sociali ed economici e promuovere la parità di genere;
  • garantire il valore strategico della gestione sostenibile dei conflitti sociali e ambientali legati alle scelte di sviluppo del territorio;
  • incrementare l'impegno democratico e il tasso di democraticità delle decisioni sul territorio regionale;
  • promuovere la capacità associativa e di stare in rete degli attori territoriali e degli enti locali, quali i rappresentanti delle collettività locali, i rappresentanti delle organizzazioni dei datori di lavoro e dei lavoratori dipendenti e di altri attori della società civile, in particolare nei settori socioeconomico, civico, professionale, culturale e scientifico;
  • valorizzare e diffondere le nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione come strumenti al servizio della partecipazione democratica dei cittadini.

Le proposte di processo partecipativo, che deve avere durata tra i 2 e 6 mesi, possono riguardare una o più delle seguenti tematiche:

1. AREA ISTITUZIONALE:

  • trasparenza e partecipazione
  • riassetto istituzionale

2. AREA TERRITORIO E AMBIENTE

  • agricoltura 
  • sostenibilità ambientale, energia e rifiuti
  • territorio, bellezza e paesaggio
  • cultura e turismo
  • pianificazione, urbanistica, spazi e beni collettivi

3. AREA WELFARE, INCLUSIONE E CURA DELLA PERSONA

  • welfare
  • lavoro
  • formazione e politiche giovanili
  • salute, sport, benessere
  • diritti e cittadinanza

4. AREA INNOVAZIONE E SVILUPPO

  • sviluppo economico, innovazione e infrastrutture
  • mobilità collettiva e individuale

Fondi: Bilancio regionale

Risultati

Scadenza 31 gennaio 2019 - sono pervenute n. 127 istanze, di cui n. 51 ammesse a valutazione ai sensi dell’avviso e 18 ammesse a finanziamento regionale;

Scadenza 31 maggio 2019 - sono pervenute n. 183 istanze che sono ora all'esame degli uffici per l'ammissibilità e alla valutazione.

Quando
  • 2019

    • febbraio - Istruttoria: 127 istanze pervenute per la prima scadenza
    • marzo - Nomina della Commissione di valutazione
    • aprile/maggio - Sportello tecnico di supporto
    • maggio - pubblicazione Determina n. 22 del 07 maggio 2019 "Approvazione della graduatoria definitiva delle istanze pervenute alla scadenza di gennaio 2018", pubblicazione su BURP del 09.05.19
    • giugno - Avvio istruttoria 189 istanze pervenute per la seconda scadenza

  • 2018

    • ottobre - incontri partecipativi di co-progettazione dell’avviso con enti e associazioni;
    • novembre - approvazione dell’ avviso e modulistica, determina n. 28 del 21/11/18 e pubblicati sul BURP n. 150/2018.
    • dicembre - incontri territoriali di presentazione dell’avviso
    • dicembre/gennaio - sportello tecnico di supporto

Beneficiari

Possono liberamente e autonomamente candidare un progetto tutti i cittadini, costituiti in forma associata, residenti nella Regione Puglia e i soggetti privi di scopo di lucro o con finalità mutualistiche e non speculative che abbiano la propria sede nel territorio pugliese.

In particolare, i soggetti che possono presentare un progetto sono:

  • le scuole, le università ed i centri di ricerca
  • ETS enti del terzo settore di cui al D.lgs. 117/2017
  • comitati di cittadini costituiti con atto formale
  • enti associativi non a scopo di lucro, non rientranti nel Terzo settore
  • le associazioni di categoria datoriali presenti nel CNEL
  • sindacati, partiti e movimenti politici
  • enti locali, anche in forma associata, o altra pubblica amministrazione
  • cooperative di comunità
Partner
  • Regione Puglia
  • ANCI Puglia
  • Organizzazioni di settore
Link