Salute, Sport e Buona Vita

Composizione del Tavolo tecnico Health Tecnology Assessment di Radioterapia Oncologica e approvazione del "Piano Regionale per il governo della radioterapia oncologica" in Puglia

Con deliberazioni del Commissario straordinario A.Re.S.S. - Agenzia Regionale per la Salute e il Sociale - 19 e 23 del 2016, presso il Servizio Valutazione Integrata dell’A.Re.S.S., si è costituito il tavolo tecnico HTA di Radioterapia Oncologica con il compito di produrre una proposta di Piano Regionale per il governo della radioterapia oncologica in Puglia. Tale documento ha:

  1. fornito una descrizione dell’assetto strutturale della Regione Puglia in termini di dotazione tecnologica dedicata alla radioterapia oncologica (grandi apparecchiature e personale dedicato al loro utilizzo) anche alla luce degli standard di riferimento;

  2. definito il livello di obsolescenza delle apparecchiature disponibili alla data della rilevazione (I trimestre 2016) evidenziando elementi di criticità e fornendo elementi di pianificazione a medio termine;

  3. individuato il bisogno specifico di radioterapia oncologica e degli standard organizzativi auspicabili, indicato la quantità di macchine di cui disporre sul territorio regionale;

  4. quantificato per grandi linee il numero di professionisti da reclutare al fine di rendere efficiente la dotazione tecnologica esistente;

  5. identificato per grandi linee l’impegno finanziario che il sistema regionale dovrebbe affrontare per mettere a regime la rete tecnologica dedicata alla radioterapia oncologica;

  6. categorizzato gli interventi da effettuare sul territorio in livelli di priorità da 1 a 4.

Il documento ha fornito elementi di prioritarizzazione degli interventi di ammodernamento della rete radioterapica in Puglia fungendo da documento di riferimento per il Dipartimento salute per il finanziamento di specifiche azioni di supporto alle Aziende Sanitarie Locali a valere su fondi strutturali.

Nel corso del 2018 il documento è stato rivisto ed aggiornato ed è stato definitivamente approvato con la deliberazione della Giunta Regionale n. 2412 del 21/12/2018 ed è ha costituito il riferimento per la contestuale approvazione del programma regionale di investimenti in radioterapia oncologica a valere sulle risorse statali di cui alla delibera CIPE 32/2018, che ammontano per la Regione Puglia a € 19.310.000,00.

Il programma regionale, attualmente in fase di valutazione da parte del Ministero della Salute, prima della formale approvazione prevede l’acquisto di sei nuovi acceleratori lineari nei centro di Lecce, Barletta e Foggia (Ospedali Riuniti) che si aggiungono ai due acceleratori lineari che si stanno già acquisendo (gara in corso) presso l’ospedale Moscati di Taranto con le risorse destinate all’ammodernamento tecnologico delle strutture sanitarie del capoluogo jonico.

Risultati

  • Nella prima metà del 2016, il 40% delle macchine per radioterapia oncologica era prossima ai 10 anni, il 33% aveva fra i 6 e gli 8 anni e solo il restante 27% meno di 5 anni.
  • Sono stati individuati 4 livelli di priorità per la classificazione degli interventi. Per il soddisfacimento di priorità 1-2-3, sono stati stimati circa 37 milioni di euro necessari per ammodernamento tecnologico (sostituzione LINAC obsoleti, acquisto di tecnologie speciali, introduzione nuove tecniche radioterapiche); circa 9 milioni annui per adeguamenti di organico.
  • Sulla scorta delle priorità segnalate nel documento sono stati portati avanti gli interventi di ammodernamento tecnologico su Taranto (circa 20 milioni di euro per l’acquisto di due nuovi acceleratori lineari e una macchina speciale – Tomoterapia).

Quando
  • 2018

    Nel corso del 2018 il documento è stato rivisto ed aggiornato ed è stato definitivamente approvato con la deliberazione della Giunta Regionale n. 2412 del 21/12/2018 ed è ha costituito il riferimento per la contestuale approvazione del programma regionale di investimenti in radioterapia oncologica a valere sulle risorse statali di cui alla delibera CIPE 32/2018, che ammontano per la Regione Puglia a € 19.310.000,00.

  • 2017

    Il documento è stato utilizzato fino ad oggi dal Dipartimento come documento di riferimento per l’autorizzazione all’utilizzo di fondi strutturali e di ammodernamento tecnologico da parte degli enti pubblici che ne abbiano fatto richiesta.
    Attualmente il documento è in fase di aggiornamento e sarà utilizzato come punto di partenza per giustificare l’utilizzo di circa 19 milioni di euro che il Ministero della salute, con Delibera CIPE n.32 del 21.03.2018 ha destinato alla Puglia, fra le Regioni del mezzogiorno che necessitano di interventi di riqualificazione della rete radioterapica oncologica (ex DMS 6 dicembre 2017).

  • 2016

    Con le Deliberazioni del Commissario Straordinario dell’A.Re.S.S. - Agenzia Regionale per la Salute e il Sociale n. 19/2016 e 23/2016 sono stati formalizzati i lavori del tavolo tecnico HTA di radioterapia oncologica; sono stati esplicitati gli obiettivi del tavolo composto dai professionisti del settore pubblico e sono stati coinvolti nei lavori ulteriori portatori di interesse utili ai fini di un ragionamento di sistema (le strutture private del territorio dotate di tecnologie radioterapiche ed il Coordinatore regionale dell’Associazione Italiana di Fisica Medica in rappresentanza dei professionisti coinvolti nelle attività di radioterapia oncologica); I lavori sono stati condotti attraverso analisi delle evidenze di letteratura, analisi di dati di contesto, conduzione di surveys con i professionisti evidenziando la necessità di governare l’introduzione dell’innovazione tecnologica a tutti i livelli, monitorando l’impatto delle tecnologie nei vari domini considerati dall’Health Tecnology Assessment.
    In particolare si è discusso del dominio della sicurezza, considerando il livello di obsolescenza delle macchine;
    il dominio organizzativo, tenendo conto delle professionalità disponibili e da reclutare ai fini di una adeguata performance;
    il dominio economico, considerando sia l’aspetto finanziario dell’acquisto di un bene, sia l’aspetto del costo complessivo della tecnologia in termini di personale da acquisire, formare, etc. e del costo della singola prestazione erogata; il dominio del regolatorio, ipotizzando anche soluzioni aggregative di più strutture nell’utilizzo di tecnologie con ricadute positive in termini di efficienza allocativa.
    Per verificare lo stato di avanzamento dei lavori, Il Servizio Valutazione integrata in Sanità ha organizzato riunioni periodiche, nel corso delle quali il documento è stato analiticamente ridiscusso, approvato e sottoscritto dai componenti del Tavolo tecnico HTA.
    Il documento è stato trasmesso  infine al Dipartimento salute nel luglio 2016.

Beneficiari
  • Popolazione pugliese
Partner
  • Centri pubblici e privati di Radioterapia oncologica in Puglia
Allegati