Riassetto Istituzionale e Partecipazione

Piano triennale per la Prevenzione della corruzione e della trasparenza

Con la legge 6 novembre 2012 n.190 “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità della Pubblica Amministrazione” è stato previsto che “l’organo di indirizzo politico su proposta del responsabile della prevenzione della corruzione adotta entro il 31 gennaio di ogni anno, il Piano triennale di prevenzione della corruzione”. In attuazione di tale disposizione, la Regione Puglia si è dotata del piano triennale di prevenzione della corruzione (P.T.P.C.) per il triennio 2017-2019, adottato con la deliberazione di giunta regionale n. 69 del 31.1.2017. Il Piano anticorruzione, così come previsto dalla normativa, è stato aggiornato con DGR n.98 del 31.01.2018 comprensivo del Programma triennale per la trasparenza e l’integrità.

Con la L. n. 190/2012 è stata espressamente introdotta la rotazione del personale all’interno delle pubbliche amministrazioni nelle aree a più elevato rischio di corruzione come misura ordinaria di prevenzione della corruzione. In tale direzione va anche il nuovo modello di organizzazione denominato adottato dalla Regione Puglia con la DGR 31 luglio 2015, n. 1518 “Adozione del modello organizzativo denominato “Modello Ambidestro per l’Innovazione della macchina Amministrativa regionale ‐ MAIA. Approvazione Atto di Alta Organizzazione”. Difatti, il nuovo modello organizzativo ha ridistribuito funzioni e competenze di Sezioni e Servizi secondo le politiche strategiche di questa Giunta regionale, operando un vero e proprio stravolgimento strutturale rispetto al precedente.

Il Responsabile del PTCT, in raccordo la competente Sezione Organizzazione e personale, nel corso del 2018 ha proposto all’organo di Governo l’adozione di linee guida tese a dare attuazione alla misura della rotazione sia ordinaria che straordinaria. In attuazione di quanto previsto nel PTPC, il RPCT ha inviato una bozza di disciplina sulla rotazione da approvarsi con Delibera di Giunta

Per ogni unità organizzativa regionale, è stata realizzata la mappa dei processi organizzativi e delle rispettive fasi in cui si articolano le attività proprie. Inoltre, si è provveduto a svolgere un’attività di risk-assessment al fine di valutare l’esposizione al rischio corruttivo dei procedimenti e dei processi che caratterizzano la struttura operativa dell’Ente.

Sono state organizzate attività formative come previste dal piano sia sulla digitalizzazione dei processi che sul nuovo codice degli appalti pubblici per chiudersi con la presentazione, in un convegno nazionale, del nuovo regolamento UE 679/2017 sulla privacy.

In attuazione degli Stati Generali dell’Anticorruzione è stato realizzato un progetto, in collaborazione con Agenzia delle Entrate e Ufficio scolastico regionale nonché amministrazioni locali, per la diffusione della legalità nelle scuole.

Risultati

Ha aumentato la consapevolezza di dirigenti e dipendenti tutti - che la prevenzione dei fenomeni corruttivi non possa che essere il frutto di una necessaria interazione delle risorse e delle capacità di ognuno.

Quando
  • 2018

    Il Piano anticorruzione, così come previsto dalla normativa, è stato aggiornato con DGR n.98 del 31.01.2018 comprensivo del Programma triennale per la trasparenza e l’integrità.

    Il Resposanbile del PTCT, in raccordo la competente Sezione Organizzazione e personale, nel corso del 2018 ha proposto all’organo di Governo l’adozione di linee guida tese a dare attuazione alla misura della rotazione sia ordinaria che straordinaria. In attuazione di quanto previsto nel PTPC, il RPCT ha inviato una bozza di disciplina sulla rotazione da approvarsi con Delibera di Giunta.

  • 2017

    La Regione Puglia si è dotata del piano triennale di prevenzione della corruzione (P.T.P.C.) per il triennio 2017-2019, adottato con la deliberazione di giunta regionale n. 69 del 31.1.2017

Beneficiari
  • Regione Puglia
  • Popolazione pugliese
Partner
  • Regione Puglia